Vai al contenuto

Vacanze in appartamento? Perché portare in valigia qualche lampada da tavolo

    L’estate è iniziata e, con lei, è arrivato il momento di partire per le vacanze. Chi ha scelto, come opzione per l’alloggio, l’appartamento, può indubbiamente apprezzare il vantaggio della libertà negli orari ma, nel contempo, anche alcuni contro. Uno dei principali è legato al fatto che, in molte case in affitto in località di mare in particolare, l’illuminazione non è delle migliori. Spesso, infatti, si tratta di soluzioni abitative con interni vetusti, che non tengono assolutamente conto del ruolo prezioso che ha una buona illuminazione.

    Ecco perché può rivelarsi utile portare con sé una o più lampade da tavolo. Quali scegliere? Scopriamo qualche consiglio nelle prossime righe di questo articolo.

    La lampada con braccio snodabile, alleata preziosa dello smartworking

    Il modo di vivere le vacanze, rispetto ai decenni passati, è cambiato radicalmente. Oggi come oggi, grazie al web, si coniugano lavoro e relax in meravigliose località di mare e non solo. Chi ama l’idea di fare smartworking da luoghi meravigliosi, nei casi in cui decide di affittare un appartamento può portare in valigia una lampada con braccio snodabile.

    Questo accessorio, alleato senza eguali di chi passa la giornata lavorando alla scrivania, essendo caratterizzata dalla possibilità di direzionare il fascio luminoso consente di lavorare a qualsiasi ora del giorno – e non solo – senza affaticare eccessivamente lo sguardo (attenzione: questo non significa che non sia necessario, per riposare corpo e mente, alzarsi dalla sedia ogni ora e sgranchire le gambe).

    LEGGI TUTTO  Comprare casa al mare o montagna? Guida alla scelta

    Un altro vantaggio di questa tipologia di lampada da tavolo è legato al fatto che, essendo snodabile, si piega facilmente e si mette in valigia senza fatica. Ci sono modelli di ogni tipo, anche di dimensioni contenute. Se ci si orienta verso uno di questi, si risolvono problemi di ingombro e di praticità e si ha la possibilità, in vacanza, di vivere i momenti di smartworking all’insegna del comfort.

    Come illuminare il piano della cucina

    Quando si arreda la propria cucina, ci si concentra, soprattutto nei casi in cui si decide di dare all’ambiente un mood minimal o moderno, di illuminare il piano della cucina con soluzioni semplici ma efficaci come le strisce a LED. Non sempre, nelle case delle località turistiche, la suddetta zona è illuminata in maniera adeguata.

    In virtù di ciò, nel momento in cui si fa la valigia, può avere senso portare con sé una lampada da tavolo compatta da posizionare sul piano della cucina, in modo da illuminarlo nel modo giusto per vivere all’insegna della comodità e la tranquillità le parentesi di creatività ai fornelli.

    In commercio esistono numerosi modelli di lampada che soddisfano queste esigenze e che consentono, grazie alla presenza di sostegni specifici realizzati in materiali sicuri, di riporre piccoli oggetti o altri utensili che possono avere una funzione importante in cucina.

    Si può conciliare la comodità pratica appena menzionata con la bellezza estetica? Assolutamente sì! Esistono diverse lampade di design – alcuni esempi qui – proprio con le peculiarità appena menzionate e con linee meravigliose, che ricordano, caratteristica che si sposa alla perfezione con l’atmosfera estiva, la forma di un chiringuito sulla spiaggia.

    LEGGI TUTTO  Macchina del caffè: quale scegliere?

    L’angolo lettura

    La vacanza è il momento ideale per recuperare tutti i libri non letti durante l’anno! Nei casi in cui si affitta un appartamento al mare o in montagna, non sempre si ha modo di fruire di un angolo lettura sufficientemente confortevole. Per ovviare a questa problematica, ci si può portare dietro una lampada adatta a illuminare la zona della casa che si decide di adibire al relax tra le pagine dei libri.

    Come scegliere la lampada da tavolo adatta a questo scopo? Prima di tutto, è il caso di orientarsi verso una soluzione in grado di garantire una luce diffusa ottimale. Non è necessario focalizzarsi per forza verso una lampada da tavolo con paralume. Ce ne sono di bellissime, perfette per l’angolo lettura, che ne sono prive.

    Dato che l’attività appena menzionata deve essere una parentesi di assoluta concentrazione – obiettivo che, al giorno d’oggi, a causa della pervasività della tecnologia nelle nostre vite è spesso molto difficile da mantenere – è consigliabile scegliere una lampada dalle linee essenziali.

    In commercio ce ne sono di meravigliose che, a ragione, possono essere definite delle piccole opere d’arte. Chi vuole, infatti, può acquistare lampade che, per esempio, mimano la linea del fulmine.

    La ring light

    Se c’è una tipologia di lampada da tavolo da portare con sé quando si parte per le vacanze, questa è senza dubbio la ring light. Il nome dice tutto sulle sue caratteristiche che, in ogni caso, sono più che note a chiunque abbia una minima dimestichezza con il mondo social.

    Si tratta di una lampada a forma di anello pensata per aiutare a ottimizzare l’illuminazione quando si girano video per il web. Non c’è che dire: chi ha un business o un hobby legato all’online e ai viaggi, non può proprio farne a meno quando parte.